Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 ora fa S. Arcangelo

Date rapide

Oggi: 17 aprile

Ieri: 16 aprile

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Maiori News - Il portale on line di Maiori e della Costiera AmalfitanaMaiori News Costiera Amalfitana

Il portale on line di Maiori e della Costiera Amalfitana

Bove Marrazzo impresa Edile per lavori pubblici e privati a Tramonti e in Costiera AmalfitanaHotel in Amalfi, Hotel Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel, Hotel Marina RivieraAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Pasticciere Sal De Riso Villa Romana Hotel & Spa - nella meravigliosa cornice di Minori in Costiera AmalfitanaContract AR.DA Hotel Furniture - Gli specialisti dell'arredamentoSupermercati Maiori, Netto, Pollio, Treesse, offerte, volantino, supermarket amalficoast

Maiori News

Bove Marrazzo impresa Edile per lavori pubblici e privati a Tramonti e in Costiera AmalfitanaHotel in Amalfi, Hotel Amalfi Coast, Albergo di Charme in Costiera Amalfitana, Luxury Hotel, Hotel Marina RivieraAcquista on line i capolavori di dolcezza del Maestro Pasticciere Sal De Riso Villa Romana Hotel & Spa - nella meravigliosa cornice di Minori in Costiera AmalfitanaContract AR.DA Hotel Furniture - Gli specialisti dell'arredamentoSupermercati Maiori, Netto, Pollio, Treesse, offerte, volantino, supermarket amalficoast

Tu sei qui: Economia e TurismoOttanta aziende turistiche chiedono uscita di Maiori e Minori da Conferenza dei Sindaci Costa d'Amalfi

Economia e Turismo

Petizione, Costiera amalfitana, turismo, ordinanza, Anas

Ottanta aziende turistiche chiedono uscita di Maiori e Minori da Conferenza dei Sindaci Costa d'Amalfi

I titolari di queste aziende, che da anni operano direttamente o indirettamente nel settore turistico, chiedono l'immediata uscita dei Comuni di Maiori e Minori dalla Conferenza dei Sindaci, alla quale attribuiscono la colpa di non aver tenuto conto delle esigenze di tutto il territorio

Scritto da (Maria Abate), mercoledì 24 giugno 2020 11:50:27

Ultimo aggiornamento mercoledì 24 giugno 2020 11:56:00

Una presa di posizione significativa quella di ottantuno attività commerciali e ricettive tra Maiori e Minori contro la Conferenza dei Sindaci, che ha acconsentito all'approvazione dell'Ordinanza Anas 340/2019, nonostante i tentativi di dialogo e le proteste in sede legale.

I titolari di queste aziende, che da anni operano direttamente o indirettamente nel settore turistico, chiedono l'immediata uscita dei Comuni di Maiori e Minori dalla Conferenza dei Sindaci, alla quale attribuiscono la colpa di non aver tenuto conto delle esigenze di tutto il territorio, ma solo dei "big della Costiera".

«L'Ordinanza non ferma il turismo PENDOLARE, ma lo rafforza, legittimando tutti i bus provenienti da Castellammare/Sorrento a continuare a fare esattamente ciò che hanno fatto fino ad ottobre scorso: ingolfare, inquinare, insozzare la nostra bella terra. Tutto ciò a discapito del TURISMO RESIDENTE, che dovrà affrontare traversate oceaniche perché per venire a Maiori dall'aeroporto o da Pompei dovrà farlo percorrendo tutta la SS163 da Vico fino alla destinazione di soggiorno», ha spiegato Chiara Furco, che con la Sunland è in prima linea nella battaglia contro il provvedimento.

Lo scorso 20 giugno è arrivata l'intesa dei Sindaci per lo stop al dispositivo delle targhe alterne in Costiera Amalfitana, ma ma bisogna comunque far rispettare le altre disposizioni dell'Ordinanza Anas, con il senso di marcia obbligatorio in direzione Positano/Vietri sul Mare per i bus, che dovranno essere inferiori a mt 4,00 di altezza, mt 2,55 (mt 2,60 per i veicoli per trasporto di merci deperibili ATP) di larghezza e mt 10,36 di lunghezza, tranne per chi ha la deroga.

Nel giorno in cui il TAR Campania si pronuncerà sul ricorso presentato dagli operatori turistici di Maiori e Minori per chiedere l'annullamento dell'Ordinanza, arriva la petizione delle aziende. Di seguito il testo integrale.

 

Illustrissimi Sindaci Capone e Reale,

 

Maiori e Minori non sono le Cenerentole della Costiera Amalfitana, ma centri produttivi e strategici per tutto il territorio: difatti ospitiamo scuole, la caserma dei vigili del fuoco, la sede della Croce Rossa, il Centro riabilitativo diurno, il centro per l'impiego di zona, il più grande mercato della Costiera, gli ambulatori ASL e molto altro, tutti servizi che vengono messi a disposizione dell'intera popolazione della Costa d'Amalfi. Inoltre disponiamo di una capacità alberghiera ed extra alberghiera tale da garantire una buona occupazione stagionale, ed a volte anche un prolungamento nell'autunno inoltrato, sia per il comparto alberghiero che per l'indotto.

 

Ebbene, nell'ultimo anno, sulla vicenda che riguarda l'ordinanza ANAS nr. 340 - che Voi sindaci avete giustamente ritenuto un abominio e quindi non avete né condiviso né firmato - a noi cittadini Maioresi e Minoresi sono state imposte dalla Conferenza dei Sindaci della Costa D'Amalfi delle regole semplicemente assurde:

 

  • le targhe alterne, che distruggono il comparto della ristorazione, balneare e degli eventi (e che per gentile concessione dei Sindaci di Amalfi, Positano e Ravello sono state sospese nei tratti urbani - ma non nei tratti di competenza ANAS);
  • l'odiato blocco ai bus turistici, che invece sono fondamentali per la nostra tipologia di turismo nonché per fornire servizi turistici ai clienti che soggiornano presso le nostre strutture (arrivo, partenza ed escursioni quali Pompei, Paestum etc).

 

Siamo dovuti ricorrere al TAR per poter porre riparo a ciò che gli sciagurati sindaci facenti parte della Conferenza hanno saputo creare, ed in quella sede non solo le imprese, ma soprattutto i Comuni si sono schierati l'uno contro l'altro a sostegno o contro il provvedimento ANAS. Sempre al TAR, è stato palesato un impegno riguardo ad una fantomatica trattativa tra i sindaci (testimoniato da un documento ufficiale della Conferenza), ma questa trattativa non è mai andata avanti, e sinceramente abbiamo grossi dubbi che ci sia mai stata.

 

Il provvedimento così come è strutturato tutela gli interessi dei "Big" della Costiera - prima fra tutte Amalfi, che grazie al nuovo senso unico vedrà intatti i suoi guadagni derivanti dal turismo escursionistico giornaliero Sorrentino/Napoletano e croceristico, che frutta ogni anno milioni di Euro grazie al parcheggio e alla istituzione del carico e scarico a pagamento. Proprio grazie al carico e scarico, vedremo bus e minibus provenienti da Sorrento, Napoli e Castellammare, che scaricheranno gruppi ad Amalfi, e proseguiranno verso Maiori e Minori, senza poter più tornare indietro in virtù del nuovo senso unico. Ebbene, questi mezzi gironzoleranno per i nostri territori fino ad attendere il gruppo che approderà nei nostri porti/pontili grazie a traghetti di linea o ai battelli privati.

 

Tutto ciò distruggerà tutto quello che di buono noi operatori, sinergicamente con Voi sindaci e con le precedenti amministrazioni, abbiamo creato con tanti sacrifici e dedizione. Nonostante i nostri appelli per l'apertura di un tavolo tecnico atto a riscrivere l'ordinanza tutelando anche gli interessi di noi Maioresi e Minoresi, la Conferenza dei Sindaci si è mostrata SORDA ed inspiegabilmente ottusa. Non ci sentiamo rappresentanti da questo organo sovracomunale che ha svilito e mortificato noi cittadini di Maiori e Minori, mettendoci su un gradino più basso rispetto agli altri cittadini della Costiera Amalfitana. Pertanto non ritenendo sia giusto che i nostri Comuni continuino a far parte di un organo inutile e soprattutto OSTILE ai nostri paesi, alla nostra economia ed al nostro sistema, siamo a chiedere L'IMMEDIATA USCITA DEI NOSTRI COMUNI DALLA CONFERENZA DEI SINDACI DELLA COSTA D'AMALFI.

 

Leggi anche:

Da Maiori un ricorso contro targhe alterne e senso unico per i bus, Positano si costituisce per difendere ordinanza Anas

Stop alle targhe alterne in Costa d'Amalfi, arriva l'intesa last minute dei Sindaci

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Maiori News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Economia e Turismo

Economia e Turismo

«Se adesso il turismo è in crisi per il Covid, presto lo sarà per il depuratore», l’intervento del dottor Vitagliano alla manifestazione

Alla manifestazione di ieri contro il depuratore consortile è intervenuto il anche il dottor Raffaele Vitagliano, medico maiorese promotore, da diversi anni, di un progetto denominato "Vacanze salutari in Costa d'Amalfi". In proposito ha pubblicato nell'aprile 2009, il volume "UNA VACANZA SALUTARE A...

Economia e Turismo

Il Distretto Turistico Costa D’Amalfi con “Resto al Sud” per sostenere start up sul territorio. Sportello a Maiori

Il Distretto Turistico Costa d'Amalfi diventa Ente Accreditato alla misura di Resto al Sud di INVITALIA | Agenzia Nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa SpA. Una partnership costituita nel febbraio 2020 con l'obiettivo congiunto di attivare una serie di azioni per orientare...

Economia e Turismo

Il Maiori Festival apre la stagione con il Concerto di primavera, 21 marzo appuntamento in streaming

Il Maiori Festival saluta la primavera con il primo concerto della stagione domenica 21 marzo, alle 12, in streaming sul canale YouTube del Festival. L’arrivo della primavera, al tempo della Pandemia, sta a significare un momento di rinascita anche culturale e ciò sarà sottolineato dalle note del duo,...

Economia e Turismo

Maiori, Comitato “Tuteliamo la Costiera Amalfitana” avverte: «Depuratore potrebbe provocare grave danno all’economia»

«Questo progetto si configura come una grande opera, aliena alla fragilità e delicatezza del territorio della Costiera, il cui impatto potrebbe procurare un grave danno all'economia del territorio e all'occupazione, oltreché all'habitat naturale e alla salute dei cittadini per possibile inquinamento...

Vendita, fornitura e assistenza di macchine per caffè, cialde, caffè in capsule, Caffè Granato la garanzia di un espresso di assoluta eccellenza in Costiera AmalfitanaCardine SRL social page, rocciatori, lavori in quota, messa in sicurezza post frana, ripristino pareti rocciose