Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 14 ore fa SS. Angeli custodi

Date rapide

Oggi: 2 ottobre

Ieri: 1 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Maiori News - Il portale on line di Maiori e della Costiera AmalfitanaMaiori News Costiera Amalfitana

Il portale on line di Maiori e della Costiera Amalfitana

Luxury Hotel Santa Caterina in Amalfi Contract AR.DA Hotel Furniture - Gli specialisti dell'arredamentoRoyal Infissi la qualità di infissi in alluminio, legno e pvc, porte blindate, porte per alberghi, strutture ricettive, Bed and Breakfast, Ospitalità di qualitàGenea Consorzio energetico, progettazione, energie rinnovabili, impianti fotovoltaici, efficienza energeticaSupermercati Maiori, Netto, Pollio, Treesse, offerte, volantino, supermarket amalficoastSunland Viaggi e Turismo - Tour operator incoming in Costiera Amalfitana

Maiori News

Luxury Hotel Santa Caterina in Amalfi Contract AR.DA Hotel Furniture - Gli specialisti dell'arredamentoRoyal Infissi la qualità di infissi in alluminio, legno e pvc, porte blindate, porte per alberghi, strutture ricettive, Bed and Breakfast, Ospitalità di qualitàGenea Consorzio energetico, progettazione, energie rinnovabili, impianti fotovoltaici, efficienza energeticaSupermercati Maiori, Netto, Pollio, Treesse, offerte, volantino, supermarket amalficoastSunland Viaggi e Turismo - Tour operator incoming in Costiera Amalfitana

Tu sei qui: Territorio e AmbienteLa pineta di Capo d'Orso: le considerazioni di Gioacchino Di Martino sull’attuale stato di degrado

Territorio e Ambiente

Maiori, Costiera Amalfitana, Ambiente, Vegetazione, Controllo, Prevenzione

La pineta di Capo d'Orso: le considerazioni di Gioacchino Di Martino sull’attuale stato di degrado

il valore assolutamente indispensabile degli alberi e della vegetazione per un contrasto efficace al dissesto idrogeologico

Scritto da (admin), giovedì 19 dicembre 2019 19:36:23

Ultimo aggiornamento giovedì 19 dicembre 2019 19:38:59

da un post social di Gioacchino Di Martino

A prescindere dalla inusitata violenza dei fenomeni meteorologici che ci coinvolgono in questi ultimi tempi, è un fatto che fino a qualche decennio fa si interveniva con maggiore consapevolezza della delicatezza del territorio sul quale si operava. Allora si piantavano alberi o comunque si curava il bosco per frenare a monte il rischio di frane e smottamenti e indipendentemente dal tenore del giudizio sulle essenze vegetali utilizzate era ed è da apprezzare il principio che presiedeva alle attività di messa in sicurezza. Veniva cioè riconosciuto il valore assolutamente indispensabile degli alberi e della vegetazione in generale per un contrasto efficace al dissesto idrogeologico. Del resto la stessa pineta nella quale si è verificato l'ultimo episodio franoso nell'area di Capo d'Orso è frutto di un intervento di rimboschimento attuato alcuni decenni fa dall'allora Comunità Montana Penisola Amalfitana.

La fine, conseguente alla trasformazione della struttura territoriale delle Comunità montane, delle operazioni di manutenzione periodica nell'area boschiva ha coinciso con l' inizio ad una serie di incendi, quasi tutti dolosi, con conseguente inarrestabile degrado, ambientale, paesaggistico, idrogeologico dell'intero versante che incombe sulla Statale 163 Amalfitana.
In uno scenario così fosco che non riguarda solo l'area di Capo d'Orso ma l'intera Costiera credo che sia indispensabile cambiare in modo radicale l'approccio al problema. Non più, quindi, solo costosi e tutto sommato non risolutivi interventi postumi di imbalsamazione di costoni e falesie trasformati in mummie metalliche da reti sempre più appariscenti ma ricorrendo soprattutto a misure di prevenzione.
Nel nostro caso potrebbe significare:
1) aumento dell'attenzione nei confronti degli incendi boschivi dolosi ricorrendo anche a sistemi di video sorveglianza (inaccettabile che nel mese di agosto di quest'anno, sempre in ore notturne e a poca distanza dall'abitato vengano appiccati ben cinque incendi notturni nella stessa area di Lama- San Vito senza adeguate iniziative di contrasto).
2) interventi per agevolare la ricostituzione della protezione vegetale, sia attraverso operazioni di bonifica delle aree incendiate sia ricorrendo a vere e proprie operazioni di rimboschimento con l'utilizzo, ovviamente, di rappresentanti della flora tipica della Costa d'Amalfi.
Quelle descritte sono solo alcune delle azioni che potrebbero essere intraprese nell'ambito di un auspicabile (o meglio indispensabile) progetto complessivo di tutela e recupero dei pregi essenziali e insostituibili del nostro territorio. Tutto ciò anche in considerazione del valore sempre più elevato che l'ambiente naturale e il paesaggio assumono in direzione del più importante settore dell'apparato economico della Costiera amalfitana cioè quello turistico sempre più interessato all'attività di conoscenza della realtà locale.

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Maiori News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank:

Territorio e Ambiente

Territorio e Ambiente

Dopo la mareggiata i rifiuti invadono la spiaggia di Maiori, signora raccoglie polistirolo a gogò

Milioni di cassette per il pesce ogni anno finiscono nel mare italiano. Sono di polistirolo espanso, quel materiale che si sgrana in piccole palline, pericolose quando si riducono a dimensioni inferiori ai 5 mm ed entrano nella catena alimentare. Proprio il polistirolo è il materiale inquinante che,...

Territorio e Ambiente

Stasera Maiori festeggia San Michele Arcangelo, co-patrono della Città

Oggi, 29 settembre, si celebra S. Michele Arcangelo, co-patrono della Città di Maiori. Nell'ultimo libro del Nuovo Testamento, l'Apocalisse di Giovanni, dopo la prima guerra in paradiso, l'arcangelo è protagonista nella seconda guerra terrena della donna (Maria, madre di Gesù Cristo) contro il drago....

Territorio e Ambiente

Maiori, sindaco Capone accoglie studenti nelle scuole: «State sereni, abbiamo riaperto in sicurezza!»

C'era anche il sindaco di Maiori, Antonio Capone, stamani, ad accogliere gli studenti nella scuola "Roberto Rossellini" e nell'Istituto paritario delle Suore Domenicane. «Oggi riparte la scuola dopo mesi complicati e particolari. È una ripartenza che si basa su diverse regole e protocolli di sicurezza,...

Territorio e Ambiente

Bomba d’acqua in Costa d’Amalfi: strade allagate a Maiori e Minori /FOTO

Il lungomare e la strada uniti in un solo lago. L'allerta meteo arancione annunciata per oggi a Maiori si è scatenata in tutta la sua forza. Troppa la quantità d'acqua prodotta dalle precipitazioni, al punto che al posto della SS163 sembra ci sia un torrente, mentre il lungomare e le aiuole sono tutti...

Vendita, fornitura e assistenza di macchine per caffè, cialde, caffè in capsule, Caffè Granato la garanzia di un espresso di assoluta eccellenza in Costiera AmalfitanaSal De Riso Costa d'Amalfi la pasticceria in Costiera AmalfitanaAntica Pasticceria Pansa Amalfi Cardine SRL social page, rocciatori, lavori in quota, messa in sicurezza post frana, ripristino pareti roccioseMielePiù, la scelta infinita - Avellino - Salerno - architettura sanitaria - arredo bagni - termoidraulica - climatizzazione - riscaldamento - leader in CampaniaParrocchia Santa Maria a Mare pagina ufficiale Facebook