Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 1 giorno fa S. Filippo Neri sacerdote

Date rapide

Oggi: 26 maggio

Ieri: 25 maggio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Maiori News - Il portale on line di Maiori e della Costiera AmalfitanaMaiori News Costiera Amalfitana

Il portale on line di Maiori e della Costiera Amalfitana

Pasticceria Pansa ad Amalfi dal 1830 la dolcezza in Costiera AmalfitanaSal De Riso Costa d'Amalfi MielePiù, la scelta infinita - Atripalda e Salerno, 8000mq di esposizione con Vendita Arredo Bagno, leader in CampaniaBove Marrazzo impresa Edile per lavori pubblici e privati a Tramonti e in Costiera AmalfitanaVilla Romana Hotel & Spa - nella meravigliosa cornice di Minori in Costiera AmalfitanaSupermercati Maiori, Netto, Pollio, Treesse, offerte, volantino, supermarket amalficoast

Maiori News

Pasticceria Pansa ad Amalfi dal 1830 la dolcezza in Costiera AmalfitanaSal De Riso Costa d'Amalfi MielePiù, la scelta infinita - Atripalda e Salerno, 8000mq di esposizione con Vendita Arredo Bagno, leader in CampaniaBove Marrazzo impresa Edile per lavori pubblici e privati a Tramonti e in Costiera AmalfitanaVilla Romana Hotel & Spa - nella meravigliosa cornice di Minori in Costiera AmalfitanaSupermercati Maiori, Netto, Pollio, Treesse, offerte, volantino, supermarket amalficoast

Tu sei qui: Economia e TurismoPorto di Maiori, anche D’Amato e Sarno contro gestione “fai da te”: «Bisogna affidarsi a imprenditoria di settore»

Economia e Turismo

Maiori, Costiera amalfitana, porto turistico, Miramare

Porto di Maiori, anche D’Amato e Sarno contro gestione “fai da te”: «Bisogna affidarsi a imprenditoria di settore»

«Nessuna Amministrazione può pretendere di “saper fare con le proprie risorse” ma sicuramente deve darsi le capacità di perseguire risultati, quelli che l’economia turistica portuale richiede e che solo l’intervento di esperti e di professionalità adeguate può assicurare in un territorio che di turismo deve vivere»

Scritto da (Maria Abate), lunedì 14 giugno 2021 10:34:22

Ultimo aggiornamento lunedì 14 giugno 2021 10:41:43

A Maiori, la gestione dei servizi del Porto turistico sono stati affidati alla Miramare Service srl. Questa decisione aveva fatto storcere il naso, lo scorso 5 giugno, già ai consiglieri comunali di minoranza di "Idea Comune", che avevano scritto un'interrogazione al Sindaco Antonio Capone, in cui chiedevano di tenere fuori dalla gestione la Miramare e di coinvolgere il consiglio comunale.

Dello stesso avviso sono anche le consigliere di opposizione di #Maioridinuovo, Elvira D'Amato e Nicoletta Sarno, secondo cui «Nessuna Amministrazione può pretendere di "saper fare con le proprie risorse" ma sicuramente deve darsi le capacità di perseguire risultati, quelli che l'economia turistica portuale richiede e che solo l'intervento di esperti e di professionalità adeguate può assicurare in un territorio che di turismo deve vivere».

Di seguito il testo dell'intervento postato a mezzo facebook, ieri, domenica 13 giugno.

 

L'opera Porto di Maiori ha ormai qualche decennio ma ancora rimangono importanti incognite da risolvere, rispetto alla struttura, all'ambiente, al turismo.

Molti gli interrogativi che le Amministrazioni si sono poste nel tempo e le variabili da ricomporre per avverare quella che sembra una vera e propria equazione.

Troppi i tentativi fallimentari di una gestione più o meno diretta del porto da parte delle Amministrazioni che si sono succedute fino ad oggi.

Notoriamente i limiti che incidono sulla resa economica del porto riguardano problemi strutturali e quindi non si può più rimandare l'adeguamento dello stesso a criteri di stabilità della costa ovvero la trasformazione dell'attuale struttura da "occupazione del litorale" a trasformazione strutturale positiva per l'ambiente, il paesaggio e funzionale all'economia locale.

Nella migliore delle ipotesi si è addivenuti ad un mediocre pareggio di bilancio o ad un margine esiguo di avanzo, per niente incentivante ma mai abbiamo assistito ad una riflessione seria sulle finalità di uno strumento così importante... come dire di aver investito in un bene di lusso che poi non si ha la forza di mantenere...

Il porto, così com'è e, a scapito dell'ingente investimento fatto, ha mancato la propria funzione principale, quella di costituire un'opportunità di raro valore per far cambiare volto alle politiche del turismo del paese.

Nessuna Amministrazione può pretendere di "saper fare con le proprie risorse" ma sicuramente deve darsi le capacità di perseguire risultati, quelli che l'economia turistica portuale richiede e che solo l'intervento di esperti e di professionalità adeguate può assicurare in un territorio che di turismo deve vivere.

Oggi ci si limita ancora una volta ad affidare gli ennesimi "servizi aggiuntivi" alla Miramare service, quali la gestione dei posti di ormeggio, del solarium e della pulizia dei bagni.

Ben altre aspettative dovrebbero entrare nella visione di un'Amministrazione che punti ad essere all'altezza dei tempi: turismo nautico da diporto, gestione integrata tra servizi alle imbarcazioni ed alle persone con creazione di posti di lavoro, attrazione turistica tramite un sistema integrato con i porti vicini e con le risorse ambientali, naturalistiche, culturali e storiche, trasformazione del porto in luogo di scambio, aggregazione durante tutto l'anno.

Tutto questo non può certo essere frutto di politiche "fai da te" ma dovrebbe essere legittimamente affidato ad un'imprenditoria di settore, inserita in reti nazionali ed internazionali di gestione di porti turistici, in grado di operare sinergie appropriate per la creazione di un volano turistico ed economico.

Nel corso degli anni abbiamo visto le spiagge di Maiori "ritirarsi", come dire di non volerne più sapere di combattere con l'intervento dell'uomo e qualche mareggiata di recente, i cui danni sembrano ormai diventati insanabili, ci ha confermato la ribellione della natura...

Ci auguriamo che, almeno in tempi di ripresa da postcovid, le menti s'illuminino ed, invece di perseverare a stravolgere il territorio con progetti di "perforazioni di montagne" (tunnel Maiori Minori) che trasformeranno il Porto di Maiori in un cantiere per i prossimi 10 anni, si diano la capacità di ricorrere al "Fondo complementare al Piano di Ripresa e Resilienza" che ha appena assegnato 1470 miliardi di euro per lo sviluppo dell'accessibilità marittima e della resilienza delle infrastrutture portuali ai cambiamenti climatici.

Margherita Yourcenar attribuiva all'Imperatore Adriano le parole "costruire un porto significa fecondare la bellezza di un golfo...come se ci fosse sempre stato".

...Dalla Storia abbiamo ancora troppo da imparare...

 

Leggi anche:

Maiori, "Idea Comune" chiede al Sindaco di escludere Miramare da gestione porto: «È incompetente»

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Maiori News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank: 109010106

Economia e Turismo

Economia e Turismo

Maiori, imposta di soggiorno: pronto il modello di dichiarazione

Con decreto 29 aprile 2022 del Ministro dell'Economia e delle Finanze, è stato approvato il modello di dichiarazione dell'imposta di soggiorno, che deve essere presentato, esclusivamente in via telematica, dai responsabili di imposta ai comuni che l'hanno istituita. In linea generale, la dichiarazione...

Economia e Turismo

Parcheggi privati a 3 euro l'ora: «Aver utilizzato il porto come parcheggio per auto a 5 euro l'ora ha creato un danno agli operatori.»

E' stato un boomerang mediatico quello lanciato dall'amministrazione Capone che per il ponte del 25 aprile e domenica 1 maggio ha convertito l'anfiteatro del porto turistico di Maiori in parcheggio per auto da "5 euro" l'ora. "Una scelta poco attenta, - hanno commentato gli operatori - che non ha tenuto...

Economia e Turismo

A Maiori attivo il parcheggio al Porto turistico per bus ed NCC: ecco le tariffe

«Come ho rappresentato ai consiglieri è stato un bilancio critico, difficile, almeno il più difficile approvato da quando faccio il Sindaco di questa città. Abbiamo approvato l’arrivo dei bus con pagamento del carico e scarico dei passeggeri e della fermata di 70 euro. Una sperimentazione che ci permetterà...

Economia e Turismo

A Maiori la presentazione dei bandi PSR alla presenza dell’Assessore Regionale all’Agricoltura Nicola Caputo

Tra i Bandi PSR 2022Regione Campania ce n'è uno che riguarda da vicino la Costiera Amalfitana. Si tratta della Misura 4.2.2., intitolata "Creazione e/o ripristino e/o ampliamento di infrastrutture verdi e di elementi del paesaggio agrario della Costa d'Amalfi e Penisola Sorrentina". Questo progetto sarà...

Alden Consulenti d'impresa - Cava de' Tirreni - Salerno - Costiera AmalfitanaVendita, fornitura e assistenza di macchine per caffè, cialde, caffè in capsule, Caffè Granato la garanzia di un espresso di assoluta eccellenza in Costiera AmalfitanaCardine SRL social page, rocciatori, lavori in quota, messa in sicurezza post frana, ripristino pareti rocciose

Maiori News - Il portale on line di Maiori e della Costiera Amalfitana

Abbiamo notato che stai usando uno strumento che blocca gli annunci pubblicitari.

La pubblicità ci permette di offrirti ogni giorno un servizio di qualità.

Per supportarci disattiva l'AdBlock che stai utilizzando.