Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 10 ore fa S. Teresa d'Avila

Date rapide

Oggi: 15 ottobre

Ieri: 14 ottobre

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Maiori News - Il portale on line di Maiori e della Costiera AmalfitanaMaiori News Costiera Amalfitana

Il portale on line di Maiori e della Costiera Amalfitana

Maiori News

Tu sei qui: Storia e StorieProgetto Pax Mediterranea in Libano una delegazione del Rotary Costa d'Amalfi con il Governatore Pasquale Verre

Storia e Storie

Aita El Chaab, Bent Jobeil, Libano, Rotary Club Costiera Amalfitana, Base militare di Shama

Progetto Pax Mediterranea in Libano una delegazione del Rotary Costa d'Amalfi con il Governatore Pasquale Verre

da Maiori Lucio D'Urso con una rappresentanza del Rotary Club Costiera Amalfitana

Scritto da (admin), sabato 21 settembre 2019 20:20:32

Ultimo aggiornamento domenica 22 settembre 2019 08:29:56

Il 18 us è iniziata in Libano la missione di Pace del Distretto 2100, condivisa dal Governatore Pasquale Verre per il corrente anno rotariano.

Le attività rotariane da svolgere in loco sono state avallate dal locale Comando Operativo Internazionale Sector West (Esercito) dell'UNIFIL - affidato al Generale italiano Bruno Pisciotta, comandante della Brigata Aosta - ed approvate dal Mistero della Difesa.

La Base di stanza della delegazione distrettuale è quella militare di Shama nel sud ovest del Libano, area affidata alla sorveglianza della Forza di Interposizione dei Caschi Blu dell'Unifil, a seguito degli eventi bellici del 2006 e relativa risoluzione dell'ONU.

La missione rotariana persegue l'obiettivo di favorire il dialogo interculturale ed interreligioso del Progetto distrettuale "Pax Mediterranea" dell'a.r. 2018-19, costruito con i contributi di vari Club ed in primis da quello del RC di Costiera Amalfitana con il Progetto "In Cammino per la Pace". La missione ha anche il compito di promuovere un proficuo rapporto operativo interdistrettuale.

Nel primo giorno la delegazione, composta dall'IPDG Salvatore Iovieno e dai soci PP Lucio D'Urso e Ulisse Di Palma del RC Costiera amalfitana, ha visitato l'Istituto "School for Children with Special Needs" del villaggio di Aita El Chaab. Bent Jobeil; la scuola è frequentata da circa 500 studenti dei quali molti affetti da disabilità, ma è anche un punto di riferimento dell'intero territorio; alla Direttrice dell'Istituto mussulmano è stato affidato il defibrillatore donato dal Governatore Verre; personale militare medico dell'UNIFIL è deputato alla formazione dell'uso.

Nella seconda parte della giornata è stata poi visitata a Rumaysh la Scuola Superiore, gestita da Padri Cristiano-Maroniti e frequentata da studenti mussulmani e cristiani, ove sono stati presentati gli obiettivi di pace della missione e l'opera di Ulisse di Palma.

Nel tardo pomeriggio la delegazione ha, infine, incontrato il Comandante della Brigata e lo Stato Maggiore della Base militare, e, dopo il saluto di benvenuto ed una breve presentazione da parte del Generale Pisciotta, c'è stata la presentazione delle attività messe il campo con il Progetto "Pax Mediterranea", suggerito da Salvatore Iovieno, nonché l'opera di alto valore storico e culturale sul Beato Gerardo Sasso, realizzata dal medico-scritore Ulisse Di Palma. Presente all'iniziativa anche una folta rappresentanza di rotariane del RC della città di Tyro, della Presidente del locale Rotaract Club nonché dell'arch. Cristina Foti, presidente dell'Associazione Dante Alighieri di Tripoli libanese.

E' stata, quindi, inaugurata da tutti i presenti la Biblioteca Italia a cui sono state donate numerose copie dell'opera di Di Palma e la pubblicazione in lingua inglese del volume "In Stabiano" sul sito archeologico di Stabia.

La manifestazione si è conclusa, quindi, con gli ampi complimenti all'iniziativa rotariana da parte del Generale Pisciotta, il quale ha voluto anche ricordare l'alta formazione ricevuta da allievo della prestigiosa Scuola Militare della Nunziatella di Napoli.

Non è mancato il ringraziamento da parte di Salvatore Iovieno al Generale per l'intenso ed impegnativo programma predisposto, ma anche per l'assistenza alla sicurezza della delegazione che, ad ogni uscita dalla Base, vede impegnati nella scorta numerosi militari e mezzi blindati sotto la bandiera dell'Unifil.

Foto di repertorio

Galleria Fotografica

rank:

Storia e Storie

Storia e Storie

Valentina Scannapieco di Occhiovunque.it premiata al TTG di Rimini

29 anni e la Costa d'Amalfi nel sangue, Valentina Scannapieco, consulente di marketing, blogger e influencer lo scorso giugno era stata scelta per partecipare al #GYRE (Get your Rimini experience), tra più di 200 candidati da tutto il mondo. Una gara che ha visto 4 squadre sfidarsi e 20 blogger da 14...

Storia e Storie

“Le pagine mai lette”, è uscito il nuovo libro di poesie del maiorese Carmine Alberto Gaito

È acquistabile sul sito dell'editore (Youcanprint), e tra qualche giorno anche su Amazon, il nuovo libro di poesie del maiorese d'adozione Carmine Alberto Gaito. Si intitola "Le pagine mai lette" e parla d'amore, come il precedente libro "Passi nell'amore", edito nel 2014. Diplomatosi "tecnico per la...

Storia e Storie

“Capodanno a settembre”: nel libro di Rosalba Granata ricordi e profumi di Maiori

La mia giornata iniziava presto, svegliata da Alberto. Ancora intontita dal sonno, mi persuadeva a fare una passeggiata per bere alla fontanina del Convento di S. Francesco, sito alla fine del lungomare, prima della rampa che, salendo sotto il castello, conduce a Minori. Ero infastidita da questa consuetudine,...

Storia e Storie

Lutto a Maiori per la prematura scomparsa di Antonio Montesanto ('o Gemell)

Antonio Montesanto, detto 'O Gemell, è morto. La notizia è iniziata a rimbalzare sui social network poco dopo la mezzanotte e, purtroppo, a confermarla è Il Vescovado. Un infarto fulminante lo avrebbe strappato alla vita senza lasciargli scampo, aveva solo 45 anni. Conosciuto e amato da tutti a Maiori,...