Ultimo aggiornamento 17 ore fa S. Giacomo apostolo

Date rapide

Oggi: 25 luglio

Ieri: 24 luglio

Ultimi 3 giorni

Ultimi 7 giorni

Ultimi 30 giorni

Intervallo di date

cerca

Maiori News Costiera Amalfitana

Il portale on line di Maiori e della Costiera Amalfitana

Maiori News - Il portale on line di Maiori e della Costiera Amalfitana Il portale on line di Maiori e della Costiera Amalfitana

Small Boutique Hotel in Costiera Amalfitana, Villa Romana Hotel & SPAMaurizio Russo liquori e prodotti di eccellenza dal 1899 a Cava de' Tirreni. Elisir di Limone, il Limoncello di Maurizio Russo, è realizzato esclusivamente con limone IGP della Costa d'Amalfi Bove Marrazzo impresa Edile per lavori pubblici e privati a Tramonti e in Costiera AmalfitanaSupermercati Maiori, Netto, Pollio, Treesse, offerte, volantino, supermarket amalficoast

Tu sei qui: Territorio e AmbienteLaigueglia ottiene Bandiera Blu senza depuratore, Comitato Tuteliamo la Costiera Amalfitana: «Anche Maiori può!»

Pasticceria Pansa ad Amalfi la dolcezza dal 1830

Territorio e Ambiente

Maiori, costiera amalfitana, Bandiera Blu, condotta sottomarina

Laigueglia ottiene Bandiera Blu senza depuratore, Comitato Tuteliamo la Costiera Amalfitana: «Anche Maiori può!»

Il Comitato “Tuteliamo la Costiera Amalfitana” che da sempre contesta il depuratore consortile in località Demanio ha voluto riflettere sul fatto che l’impianto della condotta sottomarina «funziona già com’è» e che Maiori potrebbe ambire alla Bandiera Blu anche senza il progetto previsto dalla Provincia di Salerno.

Inserito da (PNo Editorial Board), lunedì 15 maggio 2023 13:18:16

Nel febbraio del 2022 il sindaco di Maiori aveva detto alle telecamere del TgR Campania che «Chi contesta il progettonon si rende conto che un paese turistico non può vivere senza un impianto di depurazione e quindi mette in discussione il futuro turistico della città. L'impianto di depurazione significa migliore certificazione della qualità delle acque, significherà bandiera blu, che ci darebbe un lustro e un prestigio a livello internazionale».

Il Comitato "Tuteliamo la Costiera Amalfitana", che da sempre contesta il depuratore consortile in località Demanio, ha voluto riflettere sul fatto che l'impianto della condotta sottomarina «funziona già com'è» e che Maiori potrebbe ambire alla Bandiera Blu anche senza il progetto previsto dalla Provincia di Salerno.

Di seguito il testo integrale.

 

Il Comune di Laigueglia, in Liguria, ha ottenuto la bandiera blu!

Fin qui tutto nella normale prassi di quei comuni virtuosi che attraverso una serie di buone pratiche (non solo la presenza del depuratore) ambiscono a tale certificazione.

La novità di questa assegnazione sta nel fatto, rilevante per Maiori e la Costiera Amalfitana, che l'impianto di depurazione che serve Laigueglia è basato su tecnologia MUDS. Inoltre il Comune di Alassio con delibera di giunta del 03/05/2023 ha approvato il progetto di un impianto analogo basato su tecnologia MUDS che servirà un bacino di 60.000 abitanti.

Tornando alle nostre latitudini, nel consiglio comunale del 15/09/2022 il Sindaco di Maiori Antonio Capone minimizzando e quasi ridicolizzando la proposta dei consiglieri di minoranza, fatta a nome di un più ampio coordinamento di cittadini e associazioni, asseriva non solo che il MUDS era una incognita e un sistema insufficiente ma che, novello martire della difesa ambientale, addirittura la Procura di Salerno aveva fatto bene ad incriminarlo per disastro ambientale perché la condotta di Maiori era obsoleta e insufficiente. Questo in sintesi. Per chi vuole approfondire basta visionare la registrazione video del Consiglio Comunale.

Peccato che il sindaco non sapesse, o fingeva di non sapere, che alcuni anni prima la precedente amministrazione, guidata da Antonio Della Pietra, aveva provveduto a rifare completamente la condotta sottomarina, proteggendola dalle reti con sarcofago di cemento e dotandola di moderno diffusore.

Infatti la relativa vicenda giudiziaria è terminata con la piena assoluzione degli imputati (tra cui Antonio Della Pietra e Antonio Capone) perché il fatto non sussiste. Al di là delle motivazioni che saranno successivamente pubblicate, questa sentenza sancisce un fatto inequivocabile: l'impianto di Maiori funziona già com'è!

Il nostro Sindaco ignorava, in data 15/09/2022 e dopo 7 anni di amministrazione, che l'impianto di Maiori è operativo e funzionante, che applica dal 2013 il trattamento appropriato chiesto dalla normativa; il che, a livello giudiziario, gli ha salvato il ... posto di amministratore.

Il bello della vicenda, si fa per dire, è che il progetto della condotta era di una ancora precedente amministrazione, guidata da Stefano Della Pietra, della quale il nostro sindaco attuale era parte determinante e attiva.

In sintesi e per tornare alle cose serie: "trattamento primario, immissione in condotta, condotta portata a distanza e profondità determinate" costituiscono il cosiddetto trattamento appropriato. Dal 2013, appunto, per tali caratteristiche l'ARPAC dichiara le acque DEPURATE di Maiori come "ECCELLENTI".

La condotta di Maiori è lunga 850 m. ed è posizionata ad una profondità di 50 m.; possiede in definitiva le caratteristiche tecniche che garantiscono la depurazione biologica dei reflui con abbattimento totale della carica batterica. Aggiungere il MUDS significa integrare completamente il trattamento secondario a mare e avere un completo impianto di depurazione biologica. Maiori non ha impianti industriali quindi come Laigueglia può implementare questo sistema e, facendo contento il nostro sindaco, aspirare anche alla BANDIERA BLU.

Ovviamente questa vicenda dimostra che l'INTERA COSTIERA AMALFITANA potrebbe avvantaggiarsi di tale tecnologia, all'insegna della sostenibilità e del risparmio di fondi; risparmio che, come già proposto in quella seduta di Consiglio, potrebbe essere utilizzato per la manutenzione straordinaria e necessaria dei vari impianti fognari di ogni comune.

 

Per concludere è bene chiarire definitivamente che:

 

  • il trattamento primario dei reflui prima dell'immissione in condotta;
  • la condotta sottomarina portata a distanza dalla costa e ad una determinata profondità;
  • infine l'utilizzo dei filtri biologici del sistema MUDS prima dell'immissione in acqua tramite diffusore;

 

insieme costituiscono un impianto di depurazione completo, di trattamento primario a terra e secondario a mare; impianto che diventa alternativo il depuratore in fase di realizzazione e con costi di molto inferiori e non confrontabili.

Inoltre, ripetiamo, può costituire una opportunità, all'insegna della sostenibilità, per l'intera Costiera amalfitana.

Ignorare questa possibile alternativa non è più solo superficiale e ottusa avversione alla ricerca e alle nuove tecnologie, diventa nei fatti malafede e propensione ad una spesa pubblica inutile e gonfiata oltremodo, certamente non a beneficio delle popolazioni locali.

Sarebbe auspicabile un convegno di approfondimento su questo tema, semmai invitando anche gli artefici del successo di Laigueglia.

Rifacciamo insieme, Amministratori Consiglio Comunale e Associazioni del territorio, una seconda edizione di "Risorsa Mare" al fine di valutare quello che realmente è utile per Maiori e la Costiera, senza gli infingimenti di chi è interessato a indicare una strada già tracciata.

 

Leggi anche:

Maiori, Sindaco Capone agli attivisti: «Chi contesta il depuratore mette in discussione il futuro turistico della città»

Se sei arrivato fino a qui sei una delle tante persone che ogni giorno leggono senza limitazioni le nostre notizie perché offriamo a tutti la possibilità di accesso gratuito.

Questo è possibile anche grazie alle donazioni dei lettori. Sostieni l'informazione di qualità, sostieni Maiori News!

Scegli il tuo contributo con

Galleria Fotografica

rank: 106424100

Territorio e Ambiente

Maiori, martedì 30 luglio inaugurazione del Limoneto del Marchese Mezzacapo e incontro divulgativo sul mal secco

Martedì 30 luglio la città di Maiori sarà al centro di due importanti iniziative volte a valorizzare e proteggere il patrimonio agricolo della Costa d'Amalfi. Alle ore 17.30, alle spalle dell'Asilo Nido Comunale, si terrà l'inaugurazione del Limoneto del Marchese Mezzacapo e dell'Orto Botanico, destinati...

Servizio di campo estivo e accessibilità alla spiaggia con sedia Job: Maiori in prima linea per l'inclusività anche al mare

L'Amministrazione Comunale di Maiori ha deciso di potenziare in modo strutturale alcune funzioni strategiche delle aree di priorità dedicate ai bambini affetti da disabilità certificata. In primis, con il servizio di campo estivo, affidato alla società Nuove Radici, che risponde da un lato ai bisogni...

Maiori, intitolazione asilo nido a Teresa Criscuolo prima dei canonici 10 anni: la delibera di Giunta Comunale

Il 5 luglio scorso, la Giunta Comunale di Maiori ha approvato la proposta di deliberazione ad oggetto: "Intitolazione asilo nido comunale alla memoria di Teresa Criscuolo". L'asilo nido è stato inaugurato lo scorso 21 ottobre 2023 e l'Amministrazione Capone ha intenzione di dedicarlo a Teresa, deceduta...

Maiori, controlli Guardia Costiera su liquami immessi nella condotta sottomarina

Ieri, il laboratorio ambientale mobile della Guardia Costiera, ha effettuato controlli all'impianto di pretrattamento dei reflui urbani situato a Costa d'Angolo, a Maiori. È stato prelevato un campione di ciò che viene immesso nella condotta sottomarina, su richiesta della Procura, per avere un quadro...

Schiuma densa e giallastra lungo il fiume Reginna: la segnalazione dei residenti

Schiuma densa e giallastra è stata fotografata lungo il fiume Reginna, nella frazione Vecite di Maiori. La presenza di schiuma nei corsi d'acqua può essere attribuita a molteplici fattori, sia di origine antropica che naturale. In primis, può indicare l'immissione in fogna di detergenti o altre sostanze...